Perché molti documenti accademici omettono la data di pubblicazione?

Hai mai pensato di utilizzare il database della biblioteca digitale per scoprire quando qualcosa è stato pubblicato. Spesso tutto ciò ha bisogno delle parole chiave del sitle e dei cognomi degli autori o dei coautori, ma a volte è necessario almeno il primo e il secondo iniziale per, se esiste un secondo nome per cognomi relativamente comuni. Ci sono 100,00 o più altri carol millers là fuori. L’unica cosa distintiva del mio nome è l’incantesimo del mio secondo nome, ed è cognome.

A volte sulle pagine web può essere difficile trovare la data e può richiedere diversi minuti o più per guardare, e talvolta, devi solo citarla e ma ND per nessuna data nella ctazione.

La data di pubblicazione NON viene omessa molto spesso. tuttavia, a volte, quando si tenta di citare un documento originale come fonte, è possibile individuare un vicolo cieco perché il documento è abbastanza vecchio da poter essere scansionato e pubblicato online, la prima pagina, ma è tutto ciò che è possibile trovare. Hai abbastanza informazioni per citarle con precisione, ma è frustrante quando volevi davvero leggere l’articolo \.

Il mio consiglio è di andare in una biblioteca accademica e conversare a lungo con il bibliotecario di riferimento. Questa domanda si presenta come un altro sfogo con più accuse, quindi un’altra esca provocante e una domanda di phishing per vedere se un corpo è abbastanza stupido da prendere l’esca e effettivamente rispondere alla domanda e darti una risposta ACCURATA. So come si gioca questa manipolazione psicologica “gioco di marionette”.

A volte ho notato che quando li trovo, sono fotocopie (questo è online) dal diario in cui si trovavano, in quanto tali, spesso mancano della data, poiché questo è sulla copertina, non all’interno del diario. Una rapida ricerca di Google da studioso è normalmente sufficiente per ottenere una data (o almeno una citazione che ha una data).